frasi fatte

Sto guardando una foto di due anni fa, la mia prima vacanza a Venezia. Ricordo benissimo quel momento, ero innamorata e felice. Sul retro c’è la data: 13/09/2014. Non devo averla scritta io, mai avute queste abitudini. La calligrafia sembra di Flora, ma potrebbe non esser la sua, dopo tutto il tempo che è passato a volte ho la sensazione di vederla anche dove non c’è.
Indossavo un cappello di paglia, occhiali a goccia e un vestito corto a fiori, avevo la treccia che scendeva lungo la spalla e sorridevo. Accanto a me c’era lei, portava i capelli sciolti. Quel giorno si era messa la camicetta bianca che le regalai per il suo ventottesimo compleanno. Ricordo che prima di acquistarla gliela immaginai addosso. Ero sicura che la vista del suo seno imprigionato in quella scollatura, su di me, avrebbe avuto un effetto devastante, e infatti era così ogni volta che la indossava.
Faceva una smorfia buffa vicino alla mia faccia mentre mi teneva per i fianchi. Mentre guardo questa foto, mi accorgo che ancora posso ricordare il suo profumo leggermente inacidito dal sudore di una giornata calda e felice. È assurdo come certe volte il passato riesca a impadronirsi del presente.
Se adesso esco con Gianluca è solo perché ho bisogno di andare avanti. Nei momenti in cui sto con lui riesco a distrarmi, a non pensarla. Lo so che è da stronzi. In realtà lui mi piace, è un uomo intelligente e sensibile, mi parla sempre di un sacco di cose che non conosco e forse gli voglio bene più di quanto entrambi immaginiamo. Ma il punto è che se sto da sola non ne esco, mi sento ancora troppo legata a lei.
Vorrei essere diversa da quello che sono, ricambiarlo di tutto il bene che mi vuole perché al momento non c’è un’altra persona che meriterebbe le mie attenzioni più di lui. L’altra sera si è presentato con un regalino per il primo mese di frequentazione, un braccialetto in argento con dei ciondoli a forma di luna. Istantaneamente nella mia testa si acceso il bollino “ALLARME ROSSO”, e il bello è che già so di non poterlo aiutare. Dovrei prendere distanze, sia per il suo bene che per il mio, ma non sono in grado, succhio la linfa vitale degli altri per sopravvivere, mi servo della loro compagnia per dimenticare quanto mi senta una schifosa opportunista. A volte penso di essere proprio quel tipo di persona da cui mi terrei alla larga.
Dopo due anni e tutto il male che la stronza mi ha fatto, sto ancora qui a rivangare il passato quando, se solo lo volessi, potrei essere di nuovo felice. È proprio vero che in amore vince chi chi fugge. Succede anche fra me e Gialuca: più io non lo amo e più lui si attacca. Credo che, se ci fidanzassimo, per me tradirlo sarebbe la cosa più naturale del mondo e probabilmente lui sarebbe disposto a perdonarmi, come del resto lo ero io. E invece neanche mi ha dato modo, è partita con Nicholas, un sedicente artista di strada, di quelli che disegnano paesaggi naturali con lune abnormi utilizzando il bordo di un secchio. Ecco, io quelli non li ho mai considerati artisti, dannazione, che cazzo ci vuole a fare i disegni con gli stencil e le formine? Maledetto lui e tutti loro, maledetta lei che ancora mi brucia dentro, maledette le foto dei momenti felici e maledetta me, che imperterrita sguazzo nella mia immaturità.

Annunci

7 pensieri su “frasi fatte

  1. L’amore è un sentimento estremamente pericoloso…
    Temo di aver scritto una frase fatta!
    Comunque neanche io ritengo arte ricalcare, sono capace anche io ricalcando!

    P.S.
    Forse c’è un refuso, hai scritto di due anni fa datando 2014… 🙂

    • secondo me la frase fatta per eccellenza è “in amore vince chi fugge”, ci fa sempre comodo pensarlo quando non siamo amati da chi vorremmo…
      no, volevo scrivere proprio quella data 🙂
      P.S.: mi dispiace che hai letto la bozza, ho sbagliato il copia/incolla tra i documenti e pubblicato la versione errata… vabè.

      • Non preoccuparti per la storia delle versione errate o meno 🙂
        È vero, in amore vince chi fugge fa comodo ma ancor di piú può farlo «chiusa una porta, aperto un portone»…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...